Oliver Blohm

Oliver Blohm

Oliver Blohm

Berlino, Germania

Conosciuto per i suoi surreali, scuri e mistici ritratti, Oliver Blohm è stato recentemente definito “uno dei più interessanti talenti fotografici in ascesa in Germania” (Flair Magazine).
Lavorando su quella sottile linea tra la pittura e la fotografia, la sua produzione di immagini sperimentali crea effetti unici che sfidano i confini dei processi analogici tradizionali.
L’approccio non convenzionale che utilizza ha portato le sue fotografie dall’Islanda all’India, dagli Stati Uniti alla Russia e gli ha permesso di essere menzionato nello Zitty Magazine tra i nuovi artisti del 2016 a Berlino.
Nato e cresciuto in una piccola città vicino al Mar Baltico in Germania, si trasferisce a Wismar per studiare Design della Comunicazione con focus sulla fotografia. Dopo aver osservato se stesso attraverso la camera oscura esplorando tecniche alternative, durante gli anni universitari, Blohm si trasferisce a Berlino per esplorare nuovi sentieri e mettere in pratica la sua teoria. Avendo la possibilità di avere accesso a diversi soggetti nella capitale tedesca, può finalmente iniziare a cercare nuove identità per creare i suoi personaggi. Considerando la luce la sua maggiore fonte di ispirazione e il suo più importante strumento, Blohm utilizza la macchina fotografica come un’estensione – inalando i momenti che ricrea e trasformandoli in lavori dalla bellezza non convenzionale.
Grazie alla sua dedizione all’arte della fotografia di grande formato 8×10, Blohm ottiene un riconoscimento nella sfera professionale. Analogamente a quanto accade per le sue manipolazioni a micronde, le sue tecniche innovative che utilizzano pellicole Impossible hanno catturato l’interesse di collaboratori e clienti da tutto il mondo – raggiungendo anche i più lontani limiti del deserto in Qatar.
Il suo lavoro finora è stato presentato in varie pubblicazioni in tutto il mondo, e inserito in mostre in tutta Europa insieme ad artisti come Gerhard Richter,  Georg Baselitz, Markus Lüpertz, Rose-Lynn Fischer, Ellen von Unwerth, Allison Mosshart and Jack White.